MISSIONE DI ASSISTENZA AI RIFUGIATI DI GUERRA IN UCRAINA




Télécharger
LUGLIO 2022
NOTIZIE DALL'UCRAINA.pdf
Document Adobe Acrobat 455.0 KB

1. Situazione metà giugno 2022:

 

Di fronte alla lunga guerra, molte famiglie hanno deciso di tornare nel loro paese. In realtà non stanno tornando nell'est del Paese. È anche impossibile arrivarci a causa dei violenti e incessanti bombardamenti nel Donbass. Ritornano in Occidente nelle regioni di Lviv e kyiv, dove spesso hanno famiglie o amici.

 

Queste due città sono ora a loro volta città che ospitano un gran numero di rifugiati. Nonostante questo, il fatto di sentirsi nel proprio Paese addirittura esiliato dalla propria regione è un punto essenziale.

 

Ad oggi il 50% delle persone continua a lasciare il Paese mentre il 50% torna. Al confine ora abbiamo 4 treni al giorno per l'Ucraina. Il nostro lavoro non è cambiato anche se l'invio avviene in entrambe le direzioni.

 

2. Grazie alle vostre donazioni, l'ultima spedizione di medicinali in Ucraina è avvenuta 15 giorni fa. A nome di queste popolazioni bisognose, ringraziamo di cuore per la vostra generosità.

 

3. Con l'associazione Caritas con cui collaboriamo verremo inviati dall'altra parte del confine, per rafforzare le équipe in Ucraina. Non appena saremo sul posto vi informeremo delle esigenze di emergenza.

 

Vi esprimiamo ancora una volta la nostra profonda gratitudine per quanto avete già fatto Preghiamo con tutto il cuore affinché questa guerra trovi una rapida fine.

 

Fratello François e il gruppo di volontari

17 giugno 2022


Si tratta di medicinali di emergenza che sono stati acquistati grazie ai nostri amici donatori in Francia. che sono appena arrivati in Ucraina.
 
Grazie alle donazioni che riceviamo possiamo far fronte alle emergenze.
 
Il 20% delle medicine rimane al confine per soddisfare i bisogni dei profughi, che continuano ad arrivare ogni giorno a migliaia e l'80% viene inviato in Ucraina.
Grazie alla collaborazione dei nostri confratelli francescani, le medicine vengono poi inviate ai quattro angoli del Paese, compreso il sud-est.


Data la gravità della situazione in Ucraina,

 

E per rispondere all'appello delle organizzazioni umanitarie, insieme ad altri due Pellegrini della Carità, ci siamo recati in Polonia per sostenere e servire i profughi ucraini (soprattutto donne e bambini). Tra le varie ONG che si sono avvicinate a noi, abbiamo deciso di rispondere all'appello della "Caritas".

 

Tutte queste popolazioni sradicate dal loro paese arrivano, in condizioni incredibili, ai confini della Polonia e dell'Ungheria. Spesso devono saltare su un treno affollato per fuggire dal loro paese.

 

Per consentire una migliore efficienza abbiamo lasciato in coppia. Primo: Mikaël e io. Fabien si è unito a noi ieri.

 

Affidiamo questa missione alle vostre preghiere.

 

Fratello Francois Marie

28 marzo 2022

Ciò che ci serve:
 
Dopo una chiamata urgente da parte di grandi organizzazioni di volontariato, oggi ci basta per affrontare una situazione che non è più in aumento e che tenderebbe addirittura a diminuire. È ancora presto per trarre conclusioni.
 
L'aiuto di cui abbiamo bisogno è essenzialmente l'assistenza medica e le famiglie che possono accoglierli nel loro paese.

Sono state predisposte molte piattaforme di accoglienza e invitiamo tutte le famiglie a contattarle. Che si tratti di grandi organizzazioni come "France Terre d'Asile" o di altri enti.

Qui sbarcano ogni giorno quasi 7.000 profughi. Il 75% è distribuito ai quattro angoli della Polonia e il 25% in Germania, Italia, Portogallo o Francia.

 

È straordinario vedere la generosità che si dispiega qua e là: un passo essenziale per affrontare questo disastro. Molto modestamente cerchiamo di mettere una piccola goccia di felicità, dove siamo, per confortare queste popolazioni sradicate dal loro paese.



La nostra missione è molto semplice:

 

* Accogli i profughi che sbarcano in treni interi, aiutali a trasportare i loro bambini, i loro bambini e anche i loro bagagli: bauli, valigie e anche i loro animali (Perché in Ucraina la famiglia è completa solo se gli animali sono presenti)

 

* Dirigili agli uffici per aiutarli a scoprire la loro destinazione e spedirli. Per questo bisogna imparare la lingua ucraina, almeno qualche parola...

 

* Lasciali mangiare e riposare. Abbiamo una capacità di 70 materassi, ma una grande piattaforma di alloggio chiamata "Pesko" può ospitare fino a 1200 persone ogni notte.

 

* Infine distribuisci loro cibo (e coperte la sera) sui binari della stazione e nei treni.


 

Molti di voi si sono già offerti di aiutarci a realizzare questa missione: grazie.

 

 


Puoi fare le tue donazioni:

 

Con assegno all'associazione “Pilgrims of Charity” citando l'UCRAINA.

 

Ecco l'indirizzo del nostro tesoriere, Lucien Dumortier

7 Allée des Brigamilles

18570 Trouy,

Francia.

 

Con bonifico bancario: IBAN FR76 1480 6180 0070 0456 0451 605 AGRIFRPP848

Non dimenticare la menzione UCRAINA.



 Les Pèlerins de la Charité | 7 Allée des Brigamilles | FR-18570 Trouy
e-mail: pilgrimsofcharity@gmail.com